Per quanto tempo è per sempre?

il 7 e l’8 ottobre Controchiave presenta il suo nuovo spettacolo teatrale

al Teatro Ghione (via delle Fornaci, 37 – Roma)

 

 

sinossi

L’assemblea ha deciso, il vecchio cinema, abbandonato all’oblio dalle istituzioni locali non diventerà l’ennesimo centro commerciale. Occupazione! non c’è alternativa. Occupazione! per riconsegnarlo alla comunità. Ma l’occupazione rischia di finire in farsa, il tam tam diffuso nelle assemblee, attraverso i social non sortisce il risultato sperato. All’interno del cinema si ritrova non la moltitudine attesa, ma pochi personaggi, spinti dalla voglia di riaprire quello spazio chiuso ma ignari di cosa sia un’occupazione. Non era certo questo che si aspettavano e mentre decidono se continuare o meno l’occupazione, strani personaggi li accompagnano durante la notte, evocano una strage che ha colpito la città e che rischia di essere dimenticata. Parlano di impegno, di passione, di amicizia, di vite strappate. La notte passa ed il nuovo giorno porta con sé una nuova consapevolezza. Per quanto tempo? Per sempre.

 

Raccontare “la memoria che ci appartiene”

Su questo assunto, l’associazione Controchiave, ha scelto di presentare un lavoro incentrato sulla strage di piazza della Loggia, avvenuta il 28 maggio 1974 durante una manifestazione antifascista e sindacale, che ha causato la morte di otto persone e un centinaio di feriti. Controchiave, nelle sue produzioni, ha sempre sviluppato una particolare attenzione alle emozioni e alle speranze che governano le persone di fronte allo “svelamento della realtà”. Per questo, la lettura del libro “Una specie di vento” di Marco Archetti, un romanzo che ridà vita alle vittime della strage, ha fatto nascere, all’interno dell’associazione, la voglia di cimentarsi in una riduzione teatrale che potesse dar aria a quelle storie individuali, dare vita al sentimento di speranza e di futuro che quelle vittime rappresentavano.

Controchiave ha voluto raccontarne il futuro spezzato, per alimentare la memoria d’ognuno, non solo dei giovani ma anche di chi, quelle storie, le ha velocemente archiviate come semplice ricordo. 

Raccontare le singole storie che fanno parte della Storia, raccontare la vita che segna un ritmo comune, seminare la voglia collettiva di costruire un futuro insieme.


per info e prenotazioni: [email protected]  – 065432212