L’attore e l’energia

L’attore e l’energia

L’Attore e l’Energia

Laboratorio teatrale condotto da Ahmed Hafiene

Durata: 2 incontri di 3 ore ciascuno, 6 ore in totale

Aperto ad aspiranti attori e attrici che abbiamo già maturato qualche esperienza nel teatro e/o nel cinema.

Programma

Lavoro sulla presenza dell’attore sul palco (essere IN e essere OFF)

Essere IN: Energia del corpo, Energia dello spazio, Energia del tempo

Essere OFF: essere fuori campo, fuori spazio e fuori interesse del pubblico

 

– Presentazione del laboratorio (15 min.)

– Risveglio del corpo (15 min.)

– Meditazione movimentata (10 min.)

– Sguardo e movimento in gruppo (15 min.)

– La seconda ora si inizia il primo passo nello spazio (IN), lavoro individuale e in due (1 ora)

– La terza ora un lavoro di ascolto e improvvisazione tra i partecipanti (1 ora)

 

Fine laboratorio (al termine del secondo incontro)

Si fa un bilancio del lavoro fatto, si esaminano le difficoltà che gli attori hanno riscontrato e si valuta il valore aggiunto che l’esperienza del laboratorio offre per un percorso di recitazione.


Ahmed Hafiene

Dalla Tunisia all’Italia per recitare la parte dello ‘straniero’. Con una recitazione posata e intensa, ha conquistato il pubblico italiano nel film che lo ha lanciato, La giusta distanza di Carlo Mazzacurati.

Dopo una lunga formazione teatrale, Hamed Hafiene debutta al cinema, interpretando diversi ruoli in patria. Dopo aver recitato in alcuni tra i più importanti film tunisini del nuovo millennio (Poupées d’Argile di Nouri Bouzid e El Kotbia di Nawfel Saheb Ettaba), viene chiamato a lavorare in Italia, dove debutta in Chiara e Francesco (2007) di Fabrizio Costa. Ottiene il ruolo importante del corteggiatore di Valentina Lodovini ne La giusta distanza (2007) di Carlo Mazzacurati (che gli permette di ottenere il David di Donatello come miglior attore), seguito dal drammatico La straniera (2009) di Marco Turco.

Cinema italiano
Con Ennio Fantastichini e Paolo Briguglia recita nel poliziesco La cosa giusta (2009). Lo vediamo poi nel 2010 nell’intenso Io sono con te di Guido Chiesa e in Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio (2010), tratto dall’omonimo romanzo di Amara Lakhous, dove Hafiene è uno dei condomini ‘emarginati’ per il solo fatto di essere straniero.
Nel 2013 è invece nel cast del film Studio illegale di Umberto Carteni.

No Comments

Post A Comment