Laboratorio di scrittura creativa

Laboratorio di scrittura creativa

Libera lo scrittore che è in te

“E mettici le tue belle frasi potenti, fresche e vivide. E scrivi con intensità, non in modo esauriente o prolisso. Non raccontare. Dipingi! Disegna! Costruisci! CREA!”

 (Jack London, “Pronto soccorso per scrittori esordienti”)

Finalità: Avvicinare all’arte della scrittura come pratica aperta chiunque voglia liberare la propria creatività attraverso un’espressione estetica che non richiede particolari strumenti, oltre a carta e penna, ma la conoscenza di alcuni elementi fondamentali: dove trovare la propria ispirazione, quali sono le tecniche per la stesura di testi poetici o narrativi, come scegliere un genere e riconoscersi in uno stile originale. Per chi cerca un incentivo a superare le incertezze relative al proprio talento, al fine di rimuovere ogni ostacolo al libero fluire di idee e parole. Coltivare il piacere di scrivere porterà a realizzare testi sempre più rispondenti alla propria voce interiore ed efficaci dal punto di vista comunicativo.

Metodo: Il laboratorio si terrà in piccoli gruppi (da min. 5 a max. 15 persone), al cui interno sperimentare e condividere insieme ad altri un’esperienza al massimo grado personale come la scrittura.

L’insegnante coordinerà il gruppo proponendo di volta in volta letture, temi, immagini e suggestioni che possano dare il via al processo creativo. Al termine degli esercizi di scrittura seguirà una revisione individuale o collettiva.

Realizzazione finale: al termine del laboratorio una pubblicazione o una serata di letture potranno dare modo ai partecipanti di portare all’esterno un saggio dei testi da loro scritti.

Strumentazione: aula con un tavolo, una lavagna, un computer

Destinatari:  – Giovani di età compresa tra i 14 e i 20 anni

– Adulti

Frequenza:        il sabato mattina dalle ore 10.30, durata delle lezioni  1h30’

inizio corso: sabato 15 ottobre

 

il laboratorio sarà tenuta da Emilia Morelli

Nata a Roma nel 1971, si è laureata in Lettere moderne all’Università La Sapienza di Roma nel 1996, è docente di Materie letterarie e latino nei licei. Ha completato nel 2014 il Dottorato di ricerca in Scienze del testo, sezione Letteratura, cultura visuale e comunicazione, dell’Università di Siena.

Dal 2002 a oggi ha collaborato con RadioRai per il progetto Radioscrigno dell’Audioteca Rai, per la valorizzazione dell’archivio storico della radio. E’ stata autrice e conduttrice della trasmissione settimanale Camera Obscura. Sviluppo e stampa del ricordo, in onda su RadioUno. Ha lavorato per RadioTre per i programmi File Urbani, Fahrenheit, Pantagruel.

Ha partecipato alla compilazione del volume Il grande dizionario della canzone italiana di Dario Salvatori, pubblicato da Rizzoli nel 2007. Ha scritto articoli su musica rock, movimenti giovanili e controcultura dagli anni ’50 ad oggi, per i giornali Liberazione, Antipodi, Vintage.

Ha pubblicato il saggio “Parole alate. I generi, le opere e gli autori della programmazione culturale alla radio nel secondo dopoguerra” (1946-60). Edizioni Sinestesie, 2019.

No Comments

Post A Comment